SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / Dizionario enologico / Abboccato: i gradi di dolcezza del vino
Abboccato: i gradi di dolcezza del vino
Dizionario

Abboccato: i gradi di dolcezza del vino

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

Si definisce abboccato un vino tendente al dolce con lieve residuo zuccherino, compreso tra 4 e 12 grammi a litro. Nella scala qualitativa attualmente in uso, rappresenta un livello di dolcezza inferiore ad “amabile”.

Quest’ultimo è un aggettivo tecnico attribuito ad un vino in cui la sensazione di dolcezza è avvertita molto chiaramente; normalmente caratterizza i vini con un contenuto di zuccheri residui compreso tra i 30 g/l ed i 50 g/l.

Indice

Il vino abboccato è un vino naturalmente dolce, ma la dolcezza è solo delicatamente percettibile dalla punta della lingua. Si può considerare un vino non ancora affinato, diremmo aspro. Quasi sempre si tratta di un vino giovane, soprattutto un rosso che deve maturare.

I gradi di dolcezza di un vino abboccato

L’uva viene considerata matura quando la sua concentrazione di zuccheri risulta davvero ottimale.

Quando si degusta un vino, ci si accorge fin da subito del suo grado di dolcezza. Si tratta del primo elemento che viene percepito dalle papille gustative della lingua. La dolcezza corrisponde alle tracce zuccherine che rimangono dopo la trasformazione degli zuccheri stessi in alcol.

La maggior parte dei vini disponibili in commercio è dotata di un’etichetta contenente la categoria di dolcezza alla quale appartengono

Approfondimento tipologie vino e caratteristiche.

Ciò è dovuto alla presenza di zuccheri che il processo di fermentazione non ha trasformato in alcol. Gli zuccheri del mosto durante la fermentazione vengono trasformati in alcol.

Il blocco della fermentazione consente di conservare nel vino una parte di questi zuccheri non ancora trasformati in alcol. Una caratteristica che viene di solito indicata in etichetta, accanto al titolo alcolometrico del vino.

La percentuale di zucchero presente in quest’ultimo tipo di vino è davvero impercettibile e questa caratteristica dolce, minima come nota sfuggente e quasi indistinta, non rende l’abboccato la prima scelta per chi ama il gusto deciso del secco, dove l’alcol ha preso il posto dello zucchero.

Scopri la selezione di vini InCantina

Creato il 10/11/2021, aggiornato il 11/09/2022. © Riproduzione riservata.
Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro venerdì 14 Giugno
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?