fbpx
Home / Cantine / Tommasone
Tommasone
Cantina

Tommasone

Lucia Monti
Lucia Monti
Produttore

Nasce ad Ischia, dal piccolo comune di Lacco Ameno, l’affascinante storia dell’azienda vitivinicola Cantine Tommasone, il cui nucleo originario risale a circa 300 anni fa.

Figlio di contadini, nel 1870, è il bisnonno Pietro a dare inizio alla tradizione vitivinicola che contraddistingue la famiglia Monti.

A Pietro, segue il figlio Tommaso detto “Tommasone” (da cui il nome dell’azienda). Dopo di lui Antonio che torna alle origini dopo un’esperienza ventennale come ristoratore a Colonia.

Dal 2009 a dirigere la cantina è la figlia Lucia, cresciuta in Germania, diventata enologa attraverso un percorso di studi e stage presso aziende friulane e tedesche.

Affiancata dal marito Giuseppe Andreoli, Lucia Monti è la prima donna nel panorama vitivinicolo ischitano: riflessiva, amante del territorio e capace di ascoltarlo.

È l’interprete della filosofia aziendale del “fare poco per fare meglio” volta a garantire un prodotto di qualità nel rispetto della valorizzazione del patrimonio autoctono grazie all’impiego di tecniche enologiche avanzate.

Con lei, le radici continuano ad essere la forza delle Cantine Tommasone: la famiglia, la terra e il duro lavoro in vigna sono l’importante eredità ricevuta.

La viticoltura di Lucia si basa sono sulla buona agricoltura, l’artigianalità, il tempo e gli obiettivi chiari per il futuro. Ogni vino concepito racconta il microcosmo ischitano e i suoi elementi naturali: mare, sole e vento.

Oltre all’attività di vinificazione, con la sorella Barbara, Lucia affianca al vino una produzione cosmetica a base di uva biologica certificata: Tommasone Cosmetics.

Ancora oggi, l’Azienda produce i vini che la famiglia ha da sempre desiderato ottenere, migliorando giorno dopo giorno per offrire il risultato più prezioso di una passione innata: il buon vino.

La Cantina

L’intreccio fra tradizione familiare, impegno e perseveranza risale al 1700 con la costruzione dell’attuale cantina e sede dell’azienda nella località Fango di Lacco Ameno.

Nel 1999, infatti, Antonio Monti intraprende la ristrutturazione delle antiche cantine e il reimpianto delle vecchie vigne di proprietà.

Nelle Cantine Tommasone l’innovazione si accompagna al rispetto per la natura e per i suoi cicli in vigna, con vendemmie manuali e un attento lavoro in cantina.

Per garantire un prodotto di qualità e nel pieno rispetto del patrimonio autoctono, le antiche tecniche di vinificazione sono unite a tecniche enologiche avanzate e moderne.

La vinificazione dei mosti bianchi avviene rigorosamente a freddo in silos di acciaio inox, un impianto che copre l’intera cantina.

L’affinamento dei vini rossi segue il suo corso naturale nella cantina storica scavata nel tufo verde. Grande cura e tecniche manuali sono riservate al metodo classico della rifermentazione in bottiglia.

La filosofia di Cantine Tommasone

La filosofia è quella di trasferire il legame con il territorio e la profonda integrazione nell’ambiente in ogni bottiglia, curata nei più minimi dettagli: dalla scelta dell’uvaggio e del vigneto alla vinificazione.

Sostenibilità e ambiente sono alla base della filosofia di produzione. Dentro ogni bottiglia di vino Tommasone c’è il sole, il mare e il territorio dell’isola d’Ischia.

I vigneti non subiscono trattamenti di diserbo, l’azienda rispetta il territorio ma anche il consumatore finale. Tutti i prodotti sono a basso contenuto di anidride solforosa, in vetro leggero e venduti in cartoni riutilizzabili per un packaging eco-friendly.

Vigneto e produzione

Terreni vulcanici e pendenze rocciose a picco sul mare, una viticoltura definita eroica dove Biancolella, Forastera, Piedirosso e Guarnaccia sono da sempre i vitigni autoctoni.

L’eredità culturale qui vive grazie al lavoro dei contadini, eroi di una pratica antica, che con passione ed esperienza affrontano la continua sfida alla natura.

La viticoltura ischitana ha tradizione millenaria e rappresenta il simbolo identitario di un’isola che è tesoro inestimabile di vecchi saperi, uve, mare e uomini.

I vigneti Tommasone occupano una superficie di 16,50 ettari, divisi in 14 piccole tenute che vanno dal Comune di Lacco Ameno a nord-ovest, a Forio nella parte occidentale dell’Isola fino ad arrivare a Sant’Angelo. Qui c’è Tenuta Monte Zunta, la vigna più prestigiosa a 450 s.l.m.

Tutte le vigne sono curate con passione, amore ed attenzione, dalla potatura fino alla vendemmia.

Le uve sono raccolte rigorosamente a mano, selezionate e separate per appezzamento e qualità. Alcune di queste raccolte e selezionate solo nelle migliori annate, come gli spumanti Metodo Classico e i preziosi rossi Tenuta Monte Zunta e Pignanera.

Questo perché Ischia offre terreni eterogenei e condizioni climatiche differenti, a seconda delle zone in cui ci si sposta.

È fondamentale, quindi, monitorare ogni anno l’andamento della maturazione delle varie tipologie e nelle varie aree dell’isola per poter offrire un diverso cru per ogni vigneto.

Il 70% della produzione è costituita da vini bianchi ottenuti da vitigni autoctoni, quali Biancolella e Forastera. Tra i rossi troviamo il Piedirosso o Per’e Palummo e la Guarnaccia, a cui si aggiungono altre varietà come Fiano, Aglianico, Montepulciano e Cabernet Sauvignon.

Creato il 18/05/2022, aggiornato il 27/06/2022. © Riproduzione riservata.
Newsletter Newsletter
Sai come abbinare cibo e vino?

Per te la guida GRATUITA con tutto ciò che devi sapere!

Ricevi la guida e il 10% di sconto su tutti i vini dello shop

Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro venerdì 7 Ottobre
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?