fbpx
Home / Dizionario enologico / Champenoise: metodo classico per la produzione dello spumante
Champenoise: metodo classico per la produzione dello spumante
Dizionario

Champenoise: metodo classico per la produzione dello spumante

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

Nel metodo Champenoise il vino acquisisce la tradizionale pressione garantita dall’anidride carbonica prodotta dalla seconda fermentazione avvenuta nella bottiglia.

Indice dei contenuti

Lo Champenoise è il metodo classico di produzione di spumante che consiste nell’indurre la rifermentazione in bottiglia del vino tramite l’introduzione di zuccheri e lieviti selezionati. Si distingue dall’altro metodo, conosciuto con la doppia nomea di Martinotti-Charmat. 

Come avviene il metodo Champenoise

Sono dieci le fasi del metodo champenoise: assemblaggio dei vini base; addizione del liquer de tirage: messa in bottiglia; presa di spuma; affinamento sui lieviti; remuage; sboccatura; dosaggio; tappatura finale e confezionamento.

Si tratta di una procedura messa a punto in Francia nel 1600, durante la quale una lunga rifermentazione in bottiglia dona alle bollicine la inconfondibile finezza. Maggiore è il riposo più grande sarà la raffinatezza del risultato finale.

La presa di spuma è la fase cruciale del metodo dove il vino base viene fatto fermentare in cantina a temperatura e umidità costanti. È qui che i lieviti trasformano gli zuccheri in alcol etilico e anidride carbonica facendo iniziare il processo di spumantizzazione.

Un lento evolversi che richiede pazienza ma che dona al vino finezza, struttura e complessità. La mano che lentamente compie un giro inclinando la bottiglia nelle pupitre (cavalletti in legno) è l’immagine icona di questo lungo processo.

Quella del Metodo Classico è oggi la tecnica che sta alla base della produzione di tutti gli spumanti di alta qualità, dallo Champagne al Franciacorta, dai Cava spagnoli al Sekt tedesco. 

La caratteristica principale del metodo classico consiste nella presa di spuma – realizzata mediante l’aggiunta di lieviti e zuccheri selezionati – che avviene direttamente all’interno della singola bottiglia di vino.

Durante questa seconda fase di fermentazione, della durata variabile fra i 18 e i 30 mesi, gli zuccheri sono lentamente consumati dai lieviti, dando vita ad una reazione chimica che produce le bollicine caratteristiche di vini frizzanti.

Scopri la sezione InCantina con le migliori etichette selezionate da ROSADIVINI

Creato il 10/11/2021, aggiornato il 11/09/2022. © Riproduzione riservata.
Sai come abbinare cibo e vino?

Per te la guida GRATUITA con tutto ciò che devi sapere!

Ricevi la guida e il 10% di sconto su tutti i vini dello shop

Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro venerdì 7 Ottobre
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?