SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / Guide enogastronomiche / Vino bianco frizzante: caratteristiche e vini migliori
Vino bianco frizzante: caratteristiche e vini migliori
Guide

Vino bianco frizzante: caratteristiche e vini migliori

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

Che caratteristiche deve avere un vino bianco frizzante? E quali sono i migliori esempi da portare in tavola? Scopriamolo in questo articolo.

Indice

Potremmo definirlo il vero protagonista di aperitivi e antipasti e con tutta probabilità nessuno potrebbe smentirci: stiamo parlando del vino bianco frizzante che, per le sue caratteristiche, viene spesso scelto per accompagnare piatti leggeri e stuzzichini.

Ma questa tipologia di vino, particolarmente amato in estate, quando il caldo induce tutti a bere e consumare qualcosa di più fresco, in realtà si abbina egregiamente anche al pesce, alle verdure, ad alcuni tipi di carne e a svariati tipi di formaggio. Insomma si rivela un vino decisamente versatile e molto apprezzato.

In questo articolo ti accompagneremo allora in un viaggio alla scoperta del vino bianco frizzante, di tutte le tipologie esistenti sul mercato e delle sue caratteristiche. Ti indicheremo poi anche i migliori vini bianchi frizzanti da degustare illustrandoti anche gli abbinamenti più indicati a tavola.

Caratteristiche del vino bianco frizzante

Ovviamente non tutti i bianchi frizzanti presentano le stesse identiche caratteristiche. Ma cosa li accomuna? Intanto si possono definire in questo modo quei vini che presentano una moderata effervescenza carbonica.

La pressione dovuta all’anidride carbonica sviluppata dalla fermentazione non deve essere, nei vini frizzanti, inferiore a 1 ma non deve superare i 2,5 bar (quando la sovrappressione è superiore a 3 bar si parla di spumanti). In generale è badandosi su questi parametri che un vino può essere etichettato come frizzante. Poi ogni vino ha precise caratteristiche: ci sono vini più rotondi, vini più secchi, vini più o meno profumati. Starà a te scegliere.

Vino bianco frizzante: tipologie

Esistono vini frizzanti che si abbinano meglio con il pesce, altri che sono invece indicati anche per accompagnare pietanze a base di carne bianca. Ci sono vini bianchi frizzanti che accompagnano perfettamente anche piatti veg e gustose zuppe: insomma mettere bene a fuoco le caratteristiche dei piatti e quelle del vino è la sola strada da battere per effettuare la giusta scelta.

Vino bianco frizzante con il pesce

Specialmente con la frittura di pesce, il vino bianco frizzante è molto indicato. La sua effervescenza infatti consente di ripulire al meglio la bocca dall’untuosità del cibo che si sta mangiando. Ma in generale, si può scegliere di bere un buon bianco frizzante anche con piatti di pesce non fritto ma che magari presentano un condimento piuttosto importante e elaborato. E ancora, con ostriche e crudité. La freschezza e la leggerezza di questi tipi di vino è in questi casi sempre bene accetta e l’abbinamento non si rivela mai improprio.

Vino bianco frizzante con la carne

Si potrebbe pensare che i vini bianchi frizzanti non siano ideali con la carne ma in realtà non è proprio così. Certamente non vanno bene in abbinamento con carni rosse e con pietanze troppo elaborate ma con quelle bianche possono andare bene, soprattutto con secondi di pollo o di tacchino dal gusto delicato. 

Vino bianco frizzante con le verdure

Anche quando si mangiano le verdure si ha la possibilità di scegliere vini bianchi frizzanti che, per le loro caratteristiche, si rivelano in grado di esaltare il gusto di alcuni piatti veg. Tortini a base di verdure, zuppe coloratissime e insalate sono pietanze che si prestano bene ad essere accompagnate a certe tipologie di vino. E ancora risotti, sformati e pasta a base di zucchine, zucca, cavolfiori, spinaci. Molto bene in accompagnamento anche a piatti a base di radicchio e asparagi: il retrogusto amarognolo di queste verdure viene smorzato al meglio da un bianco frizzante e il mix si rivela davvero vincente.

Vino bianco frizzante con i formaggi e affettati

Questi tipi di vino si sposano molto bene anche con formaggi morbidi e non molto stagionati e con salumi dal gusto morbido, ad esempio la mortadella e il prosciutto cotto. Non sono adatti, invece, a essere accompagnati a formaggi dal gusto forte come ad esempio il gorgonzola o a salumi dal sapore speziato come potrebbe essere lo speck.

Migliori vini bianchi frizzanti

Ma quali sono i migliori vini bianchi frizzanti da poter degustare tra quelli prodotti in Italia? 

Verduzzo e Chardonnay

Uno di questi è il Verduzzo che arriva dal Veneto e che rappresenta un’opzione valida in abbinamento al pesce. Si tratta di un vino ottenuto attraverso un processo di ri-fermentazione naturale in autoclave. Il suo profumo lo rende piacevole al palato, con note di mandorla e di frutta secca facilmente individuabili.

Sempre in Veneto troviamo lo Chardonnay, anch’esso ottenuto per ri-fermentazione naturale in autoclave. È realizzato con uve Chardonnay e Tocai. Di colore colore giallo tenue e brillante con riflessi verdastri, ha un sapore fruttato che lo rende unico. In Piemonte merita una menzione il Moscato d’Asti che è sicuramente uno dei bianchi frizzanti più amati.

Leggermente effervescente, al palato risulta morbido e armonico. È un vino che va bevuto giovane perché solo in questo modo si riuscirà ad apprezzarne tutte le caratteristiche che lo contraddistinguono.

Blanc de Morgex et de La Salle

Dal Piemonte alla Valle d’Aosta dove spicca il nome del Blanc de Morgex et de La Salle la cui produzione è consentita solo all’interno di questa regione. Accompagna perfettamente piatti di pesce e anche carni bianche, e risulta un’opzione assolutamente da valutare anche con con formaggi dal sapore molto ben definito, come ad esempio la fontina.

Pinot Bianco

In Alto Adige, Veneto, Trentino, Lombardia e Friuli Venezia Giulia è presente il Pinot Bianco, nella versione frizzante che è particolarmente apprezzato. Si tratta di un vino con una buona acidità, molto spesso scelto per il momento dell’aperitivo ma anche in occasione di pasti a base di pesce.

Muller Thurgau

In Trentino trova spazio anche il Muller Thurgau che con le sue piacevoli note di albicocca, noce moscata e erbette: regala una buona freschezza al palato. 

Pignoletto

Scendendo fino all’Emilia Romagna non possiamo non menzionare il Pignoletto che con il suo profumo delicato, caratterizzato da sottofondo di erbe di montagna, è fresco al palato e particolarmente leggero. Un buon vino da degustare.

Zibibbo bianco

Voliamo infine in Sicilia, dove possiamo trovare un ottimo Zibibbo bianco frizzante, una tipologia della Pantelleria DOC particolarmente pregiata. Dal gusto dolce, molto leggero, al palato risulta essere equilibrato e armonico e davvero piacevole. Prodotto con uve di Zibibbo 100%, è in assoluto uno dei migliori bianchi frizzanti dell’isola: ecco perché vale la pena assaggiarlo.

Creato il 08/10/2022. © Riproduzione riservata.
Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro giovedì 13 Giugno
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?