SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / Dizionario enologico / Solfiti nel vino: cosa sono e a cosa servono
Solfiti nel vino: cosa sono e a cosa servono
Dizionario

Solfiti nel vino: cosa sono e a cosa servono

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

Perché si usano i solfiti nel vino? Perché sulle etichette dei vini c’è la dicitura contiene solfiti? Leggi il seguente approfondimento.

Indice

Quando sulle etichette dei vini leggiamo contiene solfiti significa che all’interno del vino c’è l’anidride solforosa, una componente chimica usata in enologia per le sue azioni conservanti, antisettiche e antiossidanti. Queste azioni garantiscono stabilità e qualità del vino.

I solfiti nel vino sono usati già dal mosto fino alla fase di imbottigliamento.

Cosa sono i solfiti nel vino

I solfiti sono sali derivanti dall’anidride solforosa, un composto chimico che nel vino si sviluppa in modo naturale durante la fermentazione: i lieviti si nutrono degli zuccheri presenti nel mosto, li trasformano in alcool e producono piccole quantità di anidride solforosa.

L’anidride solforosa, da sola, non è in grado di debellare batteri e microorganismi ecco perché vengo aggiunti i solfiti.

I solfiti aggiunti hanno lo scopo di bloccare fermentazioni indesiderate e hanno funzione:

  • antiossidante
  • antimicrobica
  • disinfettante
  • stabilizzante
  • conservante.

I solfiti nel vino mantengono intatte anche le caratteristiche organolettiche e la qualità del vino nel tempo.

Di solito i produttori di vino praticano la solfitazione già quando l’uva arriva nelle cantine, per evitare l’ossidazione del succo dell’uva e l’azione di agenti microbici.

Quanta anidride solforosa c’è nel vino?

La concentrazione di anidride solforosa varia in base alla tipologia di vino e alle caratteristiche peculiari. La quantità e la modalità di aggiunta dei solfiti viene decisa dagli enologi.

La quantità massima di solfiti aggiunti al vino è stabilita dal Regolamento Ue, ai fini di preservare la salute del consumatore:

  • Vini bianchi e rosati: 200 mg/l
  • Vini rossi: 150 mg/l
  • Vini dolci: 250 mg/l
  • Vino passito: 400 mg/l
  • Vino biologico: 100 mg/l per i rossi e 150 mg/l per i bianchi e i rosati

La concentrazione di anidride solforosa nei vini deve essere presente nelle giuste quantità e non eccedere altrimenti si rischia di alterare il prodotto finito.

I vini bianchi e rosè contengono più solfiti di quelli rossi perché sono soggetti a rapido attacco di batteri e alla degradazione in quanto non contengono antiossidanti naturali. Dunque sono maggiormente esposti all’ossidazione.

I vini che contengono meno anidride solforosa sono i vini rossi e i vini biologici. Perché contengono già conservanti naturali quali antiossidanti e sostanze polifenoliche. Da disciplinare ne sono prevista circa la metà rispetto ai vini convenzionali.

Scopri i benefici del vino rosso.

Esiste un vino senza solfiti?

Non esistono vini senza solfiti perché questi ultimi si sviluppano in modo naturale durante la fermentazione alcolica.

Sulle etichette dei vini si può riportare la dicitura non contiene solfiti solo se la concentrazione totale è inferiore a 10 mg/l.

Ad ogni modo è possibile produrre vini senza l’aggiunta di solfiti se: si coltivano uve sane su terreni vivi privi di pesticidi e metalli pesanti; se non si hanno condizioni climatiche avverse, ma non si può prevenire.

I solfiti fanno male alla salute?

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha indicato come dose massima giornaliera di assunzione di anidride solforosa 0,7 mg per kg di peso corporeo.

Considerati dalla legge come allergeni, i solfiti potrebbero causare reazione allergica, ecco perché i produttori di vino sono tenuti a indicare sull’etichetta la presenza di solfiti nel vino.

I sintomi principali di chi non tollera l’anidride solforosa sono:

  • mal di testa
  • mal di stomaco
  • tosse o respiro affannoso nei soggetti asmatici

Di base l’anidride solforosa aggiunti al vino non sono un danno per la salute, eccetto nei casi di persone allergiche.

Scopri InCantina e scegli un vino selezionato da ROSADIVINI!

Creato il 10/11/2021, aggiornato il 11/09/2022. © Riproduzione riservata.
Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro martedì 18 Giugno
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?