SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / In Cantina / Vini Bianchi / Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore DOC 2019 – il Priore

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore DOC 2019 – il Priore

(4.25) 4 recensioni

 16,00

Esaurito

Esaurito

CantinaCantina
Annata pa_annateAnnata
Bicchiere pa_bicchieriBicchiere

Renano

Consumo ideale pa_consumo-idealeConsumo ideale

8 anni

Formato pa_formatiFormato

750 ml – contiene solfiti

Gradazione alcolica pa_gradazioneGradazione alcolica

14%

Regione pa_regioniRegione
Tappo pa_tappiTappo

Sughero

Temperatura ideale pa_temperaturaTemperatura ideale

10°-12°

Vitigno pa_vitigniVitigno

Il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2019 della Cantina Sparapani | Frati Bianchi nasce nel 1996 con l’intento di esaltare in modo unico le caratteristiche organolettiche e sensoriali del vitigno autoctono, il Verdicchio.

La scelta del vigneto con la migliore esposizione, una rigorosa selezione dei grappoli raccolti a mano e in cassette con una bassa resa, e un’attenta gestione della lavorazione in cantina danno modo di degustare un vino tipico della zona di origine.

E’ diventato nel tempo il “cavallo di battaglia” della Cantina grazie anche ai vari riconoscimenti.

L’etichetta è disegnata a mano da Cinzia Tonini, moglie di Giuseppe Sparapani, e racchiude tutto l’amore per la terra. C’è il Priore dell’antico eremo dei Frati Bianchi, che sorge vicino ai  vigneti e ha tramandato la cultura della coltivazione della vite; c’è il profilo del monte San Vicino, che domina benevolo la zona di produzione del Verdicchio.

Il Verdicchio è un vitigno a bacca bianca coltivato quasi esclusivamente nelle Marche. Si tratta di un vitigno piuttosto eclettico che viene utilizzato per produrre vini di pronta beva, vini molto strutturati, spumanti e vini passiti.

Il nome verdicchio deriva chiaramente dal colore dell’acino, che mantiene evidenti sfumature di verde anche a piena maturazione. 

Il vitigno è considerato autoctono delle Marche: le prime testimonianze della sua coltivazione risalgono al XVI secolo.

La prima attestazione scritta del termine “Verdicchio” per indicare il vitigno si trova nel “Libro di agricoltura utilissimo”, traduzione dallo spagnolo in italiano del 1557 di Mambrino Roseo da Fabriano del trattato di agricoltura di Gabriel Alonso de Herrera. 

Colore, profumo e sapore

Cristallino, intenso, complesso, profumato di frutta e sentori floreali, avvolgente e mandorlato, il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2018 ha un colore paglierino intenso con riflessi verde-oro.

È un vino elegante, caratterizzato da profumi avvolgenti dalla frutta a polpa gialla e sentori floreali di acacia e mandorlati. Di grande struttura gustativa, avvolgente al palato, impatto morbido con ritorno di freschezza e bella sapidità. Piacevole il finale, lascia una scia mandorlata e salina.

Come e quando degustarlo

Il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2018 è ideale da degustare con: crostacei e formaggi di media stagionatura Ottimo anche con i primi piatti a base di pesce e verdure, ma anche con carni bianche e salumi.

Dove e come si produce

Prodotto dal 1996 dalla Cantina Sparapani, che si trova nel cuore delle Marche, a Cupramontana, capitale del Verdicchio, nei pressi dell’Antico Eremo dei Frati Bianchi, il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore nasce nel vigneto di Poggio Cupro, il più alto dei cru aziendali, a circa 400-450 metri di altitudine, situato sul versante nord-ovest e le cui vigne giacciono in un ampio crinale esposto a sud. 

Il terreno è prevalentemente composto da argille di tessitura fine, che favoriscono l’assorbimento dell’acqua e la cedono gradualmente alle radici della pianta.

I vini prodotti in questa zona godono di aromaticità ampia e solare, rispecchiando l’influenza dell’altezza e dei venti che lambiscono la vite. 

Il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore è un vino intenso, complesso, che risente fortemente del territorio di provenienza riflettendo le sue caratteristiche in consistenza, mineralità e struttura gustativa.

Composto al 100% da uva verdicchio autoctona, il Priore Verdicchio DOC dei Castelli di Jesi Classico Superiore nasce da una vendemmia rigorosamente manuale a cassetta.

Dopo la pressatura soffice del grappolo e la successiva pulizia del mosto, si procede alla fermentazione in vasche di acciaio a temperatura controllata.

La maturazione avviene in acciaio per 6-8 mesi e l’affinamento in bottiglia per 4-6 mesi.

Cantina Sparapani | Frati Bianchi

La Cantina Sparapani | Frati Bianchi si trova nel cuore delle Marche, a Cupramontana, capitale del Verdicchio, nei pressi dell’Antico Eremo dei Frati Bianchi. Un antico complesso monastico che, proteggendo per secoli la preghiera e il lavoro dei frati, ha conservato intatta la magia del tempo e delle tradizioni.

Da questo luogo in cui regnano pace e silenzio, gli agricoltori del circondario hanno ereditato l’amore per la coltura della vite. È proprio qui che nasce l’ispirazione della famiglia Sparapani nel realizzare grandi vini, frutto del lavoro e della passione.

L’Azienda Vinicola Sparapani nasce nel 1985 e fin da subito sceglie di puntare sulla qualità, attraverso la selezione e l’aggiornamento continuo delle tecniche sia sul campo che in cantina.

A “guidare” l’attività ci sono anche usanze e tradizioni familiari, segreti tramandati di generazione in generazione, una grande attitudine al lavoro di squadra e un grande obiettivo da perseguire, quello della qualità. I 12 ettari di vitigno Verdicchio fanno il resto. 

La crescita e l’evoluzione aziendale hanno portato negli anni alla crescita del marchio non solo tramite i prodotti d’eccellenza scaturiti dal lavoro di cantina, ma anche tramite interventi estetici diretti sul territorio circostante alle tenute di famiglia.

A testimoniare tali azioni è sicuramente la costruzione della nuova cantina inaugurata nel 2014. Lo stabile è stato realizzato con l’obiettivo di unire tradizione ed innovazione, anche tramite l’utilizzo di materiali naturali come il legno, le pietre grezze, il mattone e il travertino.

Leggi di più su Cantina Sparapani Frati Bianchi

Opinioni

4 recensioni per Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore DOC 2019 – il Priore

  1. Utente ROSADIVINI

    Grande Verdicchio di ottima mineralità con profumo di fiori di campo, spezie e frutto giallo maturo; gusto deciso con un’alcolicità pronunciata. Grazie al suo sapore intenso, ma non aggressivo, è indicato per qualsiasi piatto. Ottimo vino con buon rapporto qualità-prezzo.

  2. Utente ROSADIVINI

    Aromatico e non troppo strutturato, secco, minerale, una lieve mandorla e lunghezza non eccessiva. Pulito e diretto. Gusto poco persistente. Rapporto qualità prezzo buono.

  3. Utente ROSADIVINI

    Buon verdicchio dai profumi intensi di pesca e albicocca abbastanza maturi al palato; colore intenso, avvolgente, complesso e di buona consistenza; profumo erbaceo, buona struttura e mineralità. Ottimo rapporto qualità/prezzo.

  4. Utente ROSADIVINI

    Un bel Verdicchio, non particolarmente complesso, impatto morbido con ritorno di freschezza e ottima persistenza. Colore paglierino intenso con riflessi verde-oro, profumo intenso con note di agrumi, sentori floreali di acacia, con finale decisamente minerale. Vino di grande struttura gustativa, gusto sapido dal retrogusto vanigliato.

Aggiungi una recensione

Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro lunedì 15 Aprile
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?