SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / Dizionario enologico / Flûte: il calice perfetto per le bollicine
Flûte: il calice perfetto per le bollicine
Dizionario

Flûte: il calice perfetto per le bollicine

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

La parola flûte (letteralmente flauto) indica un bicchiere dal gambo sottile e dalla forma allungata che grazie alla sua forma esalta gli aromi e aiuta l’effervescenza delle bollicine.

Nell’esperienza gustativa delle bollicine l’elemento essenziale è appunto la sensazione al palato, il profumo e l’osservazione del perlage: la flûte è concepito per esaltare le caratteristiche.

La progressiva diffusione di spumanti secchi a partire dagli anni ’30 ha portato alla crescita della diffusione di questo calice affiancando la coppa da champagne (si utilizza principalmente per spumanti dolci aromatici).

Scopri la selezione Prosecco ROSADIVINI.

Indice

Perché la flûte è il calice perfetto per lo champagne

La flûte è il calice perfetto per champagne, spumante e prosecco perché la sua forma consente di mantenere il più possibile inalterate le caratteristiche organolettiche delle bollicine.

Inoltre, la forma slanciata della flûte mantiene più a lungo la bassa temperatura del vino e la sua effervescenza.

Il calice flûte è chiamato anche calice a tromba. Generalmente la sua forma è allungata e slanciata, con un lungo stelo che poggia sulla base circolare e con la coppa molto stretta e alta.

Esistono vari tipi di flûte (a triangolo rovesciato, a tromba o a tulipano). La scelta va fatta in base al tipo di bevanda da servire.

La lunghezza dello stelo è giustificata dal fatto che quando si sorseggia uno spumante è fondamentale evitare di riscaldarlo con le mani perché deve essere degustato alla giusta temperatura.

Il bicchiere infatti va impugnato per lo stelo, o per la base, evitando che la mano tocchi la pancia dove si trova il liquido.

Il materiale migliore è il cristallo, ma va bene anche un vetro puro di ottima qualità. In ogni caso scegliere i calici flûte non lavorati e privi di decorazioni che potrebbero interferire con l’esperienza di degustazione.

Una flûte perfetta per degustare champagne deve avere un diametro non superiore agli 8 cm e un’altezza dal corpo del calice di 10 cm.

Il lungo corpo del calice permette la formazione di catenelle di bollicine quando queste ultime migrano verso la superficie.

Come usare il calice flûte

La flûte prevede che lo spumante venga versato con un metodo ben preciso altrimenti il rischio è quello di riempire il bicchiere di schiuma.

Spumante, champagne e prosecco vanno versati in due volte: prima fino a metà bicchiere in modo da lasciare il tempo necessario alla schiuma di disperdersi; poi si rabbocca il calice fino a tre quarti.

Il bicchiere flûte va impugnato dallo stelo per non far riscaldare il contenuto.

Per gustare al meglio uno spumante bisogna avvalersi del tipo di calice capace di esaltarne i profumi e di condurlo verso le parti più ricettive della lingua. 

Spumanti Metodo Charmat caratterizzati da un perlage meno raffinato e con bollicine più grandi, da gustare in mezza-flûte con corpo stretto e lungo. Il diametro stretto favorisce lo sviluppo lento dell’anidride carbonica, consentendo una buona concentrazione dei profumi verso il naso. 

Spumanti Metodo Classico da gustare nella classica flûte con corpo stretto e lungo. Il suo diametro stretto favorisce la percezione degli aromi delicati e freschi.

Spumanti Metodo Classico maturi e millesimati da gustare in flûte con la pancia più larga e l’apertura stretta. Questa forma è utile per l’ossigenazione e il giusto sviluppo degli aromi complessi degli spumanti.

Scopri la selezione Spumanti ROSADIVINI.

Lettura consigliata: Guida alla spumantizzazione

Creato il 05/02/2022, aggiornato il 11/09/2022. © Riproduzione riservata.
Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro mercoledì 19 Giugno
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?