SUPER OFFERTE SULLE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
SUPER OFFERTE SULLE NOSTRE WINE BOX E SPEDIZIONI GRATUITE
Home / Dizionario enologico / Invecchiamento del vino
Invecchiamento del vino
Dizionario

Invecchiamento del vino

ROSADIVINI
ROSADIVINI
Redazione

Tra i molteplici processi che determinano la qualità e il carattere di un vino, l’invecchiamento occupa un posto di primo piano. Il mondo del vino è una delle manifestazioni più affascinanti dell’arte e della scienza, dove il tempo gioca un ruolo cruciale nella creazione di opere d’arte liquide.

Ma cosa significa “invecchiamento del vino” e quando è il momento opportuno per farlo? Queste sono domande che appassionano gli enologi, i sommelier e gli amanti del vino di tutto il mondo.

Cos’è l’invecchiamento del vino?

L’invecchiamento del vino è il processo attraverso il quale il vino evolve, sviluppando nuovi aromi e caratteristiche organolettiche mentre matura in bottiglia o in fusti di legno. Durante questo processo, le molecole nel vino interagiscono tra loro, dando origine a complessi cambiamenti chimici e fisici che influenzano il suo sapore, il suo aroma e la sua struttura. È importante sottolineare che l’invecchiamento del vino non significa semplicemente far invecchiare il vino, ma piuttosto permettere al vino di migliorare e sviluppare le sue potenzialità.

Quando si fa l’invecchiamento del vino?

L’invecchiamento del vino è una pratica secolare, ma non tutti i vini sono adatti per questa fase. In generale, i vini destinati all’invecchiamento sono quelli prodotti con uve di alta qualità, ottenute da vitigni ben coltivati e in anni di buona vendemmia. Tuttavia, la scelta del momento in cui effettuare l’invecchiamento è un aspetto cruciale e varia notevolmente a seconda del tipo di vino.

Vini bianchi e rosati

I vini bianchi e rosati sono spesso destinati a un consumo più giovane rispetto ai vini rossi. Questo perché le uve utilizzate per produrre questi vini solitamente non hanno una concentrazione di tannini (i composti responsabili della struttura e dell’astringenza nei vini) così elevata come quelle dei vini rossi. Di conseguenza, i vini bianchi e rosati tendono a raggiungere il loro apice aromatico e gustativo prima.

Per la maggior parte dei vini bianchi e rosati, l’invecchiamento ideale si situa tra 2 e 5 anni dalla vendemmia, anche se ci sono eccezioni.

Ad esempio, alcuni vini bianchi come il Chardonnay di Borgogna o il Riesling di alta qualità possono beneficiare di un invecchiamento più prolungato, sviluppando complessità aromatica e struttura.

Vini rossi

I vini rossi sono noti per la loro capacità di invecchiare per periodi più lunghi rispetto ai bianchi e ai rosati. Questo è dovuto alla presenza di tannini, che forniscono la struttura necessaria per resistere all’invecchiamento. Tuttavia, anche tra i vini rossi, esistono notevoli variazioni nel momento ideale per l’invecchiamento, a seconda del vitigno e dello stile del vino.

Per i vini rossi giovani e fruttati, come molti Merlot o Shiraz, il consumo entro i 3-5 anni dalla vendemmia è spesso consigliato. Questi vini sono apprezzati per la loro freschezza e il loro carattere fruttato, che tendono a diminuire con il tempo.

D’altra parte, i vini rossi più strutturati e complessi, come il Cabernet Sauvignon di Bordeaux o il Barolo, possono continuare a migliorare anche per decenni. Questi vini spesso passano attraverso un lungo periodo di invecchiamento in botti di legno e in bottiglia prima di essere considerati pronti per il consumo. Durante questo periodo, i tannini si ammorbidiscono, i sapori si integrano e l’aroma si arricchisce di sfumature complesse.

L’invecchiamento in bottiglia vs. in fusto di legno

Un aspetto importante da considerare quando si tratta di invecchiamento del vino è il contenitore utilizzato: la bottiglia o il fusto di legno.

L’invecchiamento in bottiglia è il processo in cui il vino invecchia lentamente e in modo controllato dopo essere stato imbottigliato. Durante questo periodo, il vino si sviluppa grazie all’ossigeno presente in quantità minima all’interno della bottiglia, attraverso le interazioni tra le molecole nel vino e la lenta evoluzione chimica. Questo processo può durare da mesi a decenni, a seconda del tipo di vino e delle condizioni di conservazione.

L’invecchiamento in fusto di legno è una pratica comune per molti vini rossi di alta qualità. Il legno conferisce al vino una serie di aromi e sapori, come vaniglia, spezie e note tostate, che arricchiscono la sua complessità. Durante l’invecchiamento in fusto, il vino è esposto all’ossigeno in modo più significativo rispetto alla bottiglia, accelerando le reazioni chimiche e il processo di maturazione.

La conservazione adeguata

Indipendentemente dal tipo di vino e dal metodo di invecchiamento scelto, la conservazione adeguata è fondamentale per garantire che il vino si sviluppi nel modo desiderato. Ecco alcuni fattori da considerare:

  • Temperatura: i vino dovrebbe essere conservato a una temperatura costante, generalmente tra i 10 e i 16 gradi Celsius. Le oscillazioni di temperatura e l’esposizione a temperature eccessive possono danneggiare il vino;
  • Umidità: un’umidità relativa adeguata, intorno al 70%, previene la formazione di tappi secchi eccessivamente stretti o troppo allentati, che potrebbero permettere l’ingresso di ossigeno;
  • Luce: il vino dovrebbe essere conservato al riparo dalla luce diretta, in particolare dalla luce solare, poiché la luce UV può danneggiare il vino e contribuire alla formazione di odori sgradevoli;
  • Posizione: le bottiglie di vino dovrebbero essere conservate orizzontalmente per mantenere il tappo umido e garantire un contatto minimo con l’aria;
  • Silenzio e vibrazioni: il vino dovrebbe essere conservato in un luogo privo di vibrazioni e rumori forti, poiché le vibrazioni possono disturbare il processo di invecchiamento.

Conclusioni

L’invecchiamento del vino è una pratica affascinante che può trasformare un buon vino in un capolavoro enologico. Tuttavia, è importante capire che non tutti i vini sono adatti per l’invecchiamento, e il momento ideale varia a seconda del tipo di vino. La scelta del momento opportuno e delle condizioni di conservazione è cruciale per garantire che il vino raggiunga il suo apice e offra un’esperienza gustativa straordinaria.

Se sei un appassionato di vino o desideri esplorare il mondo dell’invecchiamento del vino, prenditi il tempo per imparare e sperimentare. Assaggiare un vino invecchiato al momento giusto può essere una delle esperienze più gratificanti per gli amanti del vino, permettendo loro di apprezzare la complessità e la bellezza che il tempo può portare a una bottiglia di vino.

Creato il 15/09/2023. © Riproduzione riservata.
Carrello
Non ci sono prodotti in carrello!
Continua a fare acquisti
Consegna entro giovedì 13 Giugno
Acquisto sicuro connessione criptata
Hai bisogno di aiuto?